Il polipo di TikTok

L’incapacità di esprimere a parole le emozioni ha portato, quasi per gioco, alla diffusione di un polipo peluche reversibile. Grazie a TikTok, l’animaletto dei sentimenti è diventato virale. Da un lato sorridente e felice, dall’altro arrabbiato e triste, è la nuova mascotte delle relazioni sentimentali dei più giovani, ma anche un simbolo per comunicare pubblicamente sulla piattaforma che l’ha reso una star, il mood della giornata.

Tra un rovesciamento e l’altro, il polipo arriva a sostituire la comunicazione verbale, in modo efficace e intuitivo. Quante volte capita di non saper esprimere quello che si prova in un determinato momento? Di sentirsi tristi, o al contrario di buonumore, senza un motivo specifico? Allo stesso tempo però col desiderio di avvertire chi ci circonda, virtualmente o fisicamente, per giustificare in anticipo determinati atteggiamenti o per incentivare l’altra persona a comportarsi di conseguenza. Si può infatti considerare un nudge, una spinta gentile, come afferma Thaler. Pungola gli individui ad agire modificandone l’atteggiamento in base alle nostre necessità.

Ma può veramente sostituire la parola? La comunicazione verbale è alla base della nostra quotidianità. Il dialogo permette la comprensione, almeno apparente, tra individui. Porta all’espressione delle proprie convinzioni, ma è anche uno strumento per crescere e creare legami. Attraverso il linguaggio si costruisce la relazione sociale e ognuno cerca di personalizzare il proprio, con specifiche modalità di comunicazione. E’ tutto più interattivo, veloce, intuitivo, caratteristiche che riflettono com’è diventata la società in cui viviamo, in cui qualsiasi cosa deve essere trasferibile e comunicabile con immediatezza.

Si enfatizza così il bisogno di empatia, quella capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo dell’altra persona, semplificata sicuramente dal sorriso o dal broncio del polipo, senza troppe parole che ne spieghino il motivo.

Il peluche in questione diventa quindi trend ma anche espressione facilitata di sentimenti, simbolo di un nuovo linguaggio creato ad hoc.

SLN

One thought on “Il polipo di TikTok

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: